Blockchain: a Decentralized Revolution

by Alfredo de Candia

Nella giornata di venerdì 3 maggio 2019 si è tenuto un TEDx (Technology Entertainment Design), conferenza organizzata in maniera indipendente rispettando determinate condizioni, promosso da realtà locali, tecnologicamente rilevanti come ad esempio la Bitcoin Foundation Puglia, auLAB ed altri, organizzato presso la Fiera del Levante di Bari, permettendo a chiunque di potervi accedere in maniera semplice e veloce ed in maniera gratuita, infatti bastava solamente registrarsi con una semplice email a confermare il tutto.

Come si evince anche dal titolo dell’evento, il tutto si è concentrato sul mondo della Blockchain e delle crypto potendone comprendere i diversi aspetti, tecnologici, pratici/aziendali, filosofici ed anche fiscali, permettendo alla platea di interagire a fine evento direttamente con i diversi relatori, ponendo domande semplici e complesse soddisfacendo anche le richieste più tediose.

Prima di entrare nel vivo dell’evento si è prestato il Presidente della Bitcoin Foundation Puglia, Giuseppe Grisorio, il quale ha ringraziato il pubblico ed i relatori per aver accettato l’invito e di essere venuti al Sud, in Puglia, dando il loro contributo a questo panorama.

L’aspetto tecnologico è stato riservato a Giuseppe Olivieri, ingegnere ed esperto della tecnologia blockchain, dove con una breve introduzione della tecnologia e della crypto ha anche effettuato un esperimento pratico di utilizzo della blockchain, con una persona scelta a caso del pubblico, e registrare un messaggio sulla blockchain stessa, come un saluto o una proposta di matrimonio, il tutto in tempo reale e con la visualizzazione della transazione, reperibile a questo indirizzo.

Dopo il suo intervento, invece, si è passati ad analizzare i diversi aspetti pratici ed aziendali che comporta questa tecnologia, portando sul palco un esponente di una famosa azienda che lavora in questo settore, Chainside, Gabriele Sabbatini, dove nel giorno del suo compleanno, si è dovuto accontentare di mostrare slide di polli; ma a parte gli scherzi il suo intervento ha scosso molto la platea anche perché si è parlato della situazione, tragica, che sta vivendo il popolo venezuelano in questi ultimi tempi, riuscendo a dimostrare come con questa tecnologia è possibile aggirare ostacoli anche Statali per poter sopravvivere.

Sulle note di una famosa melodia di un film western, fischiettate direttamente dall’ospite, in barba alla SIAE, è entrata Filomena Tucci, autrice, speaker nazionale ed internazionale e cittadina del mondo, dove attraverso la sua recente esperienza in America gli ha permesso di esplorare sia territorialmente che culturalmente, quei territori incompresi e criticati da chi vive dall’altra parte del mondo, raccontando la sua esperienza e le vicissitudini note ai più non riuscendo invece in quelle meno note come ad esempio quella legata al News Museum; particolare interessante e che ha sottolineato, è stato quello relativo al diritto di fallire che in America è vista come una cosa positiva mentre in Europa e soprattutto in Italia è vista come qualcosa da demonizzare ed emarginare al pari di una malattia, facendo riflettere più di una persona nella sala.

Infine per quanto riguarda l’aspetto fiscale il tutto è stato affidato al dottore commercialista e revisore legale, Paolo Burlone, dove per rompere il ghiaccio non è venuto meno al suo cognome, mostrando delle diapositive relative al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, facendo sorridere il pubblico. Intervento mirato a spiegare e chiarire tutti quelli aspetti fiscali e tributari che coinvolgono le crypto monete e fornendo una chiara rappresentazione giuridica e legale della situazione internazionale e nazionale, elencando le varie norme di riferimento a cui bisogna attenersi; contributo fondamentale in questo settore considerando la peluria di esponenti ed “esperti” in questo nuovo settore emergente.

Al termine delle varie disquisizioni relative alla materie si è proceduti ad una sessione di domande e risposte tra il pubblico ed i relatori, cercando di esaudire le varie richieste e sciogliere dubbi personali o che sono emersi durante l’evento, permettendo di ricevere risposte chiare ed autorevoli, anche tramite esempi creati al momento come la teorizzazione di uno smart contract che emuli un servizio di trasporto privato, agli interessati ed al pubblico in generale, domande che hanno condotto l’evento fino alla chiusura della fiera, correndo il rischio di rimanere chiusi all’interno.

L’evento ha riscosso un grande successo sia per il livello dei relatori, di notorietà nazionale ed internazionale, sia per la location che si è prestata bene sotto il punto logistico permettendo di essere raggiunta in maniera pratica anche dalle città più lontane, sia a livello di pubblico dove sia giovani e soprattutto “diversamente giovani” hanno partecipato entusiasti all’evento; bisogna lodare ed elogiare tutti coloro che, dietro le quinte, hanno permesso che questo evento sia stato un successo e che rappresenta solo uno di una serie di eventi che potrebbero esserci ancora in futuro, perché, citando la relatrice Tucci, se non si riesce ad uscire dal tunnel allora è meglio iniziare ad arredarlo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.